🌈 La facilitazione è una forma d’arte orientata al servizio.
“Cosa posso fare per servire questo cerchio in questo momento?” è un mantra che ti può aiutare a mantenere i tuoi intenti nella giusta direzione, mentre ti trovi ad avere a che fare con tutti gli elementi che ti circondano in un evento ritmico.
La facilitazione del drum circle è un atto di servizio verso i partecipanti all’evento, piuttosto che una performance d’arte.

La vera intenzione di un facilitatore di drum circle è quella di guidare i partecipanti a suonare al più alto livello delle loro abilità, piuttosto che offrire una grande performance di facilitazione.

 

🟩 Anche se la facilitazione è basata su fondamentali principi di leadership, il tuo miglior intento è quello di portare il gruppo dove questo vuole andare, anche se dove loro vogliono andare è diverso da dove pensavi che li avresti portati.
Vuoi ascoltare e seguire le persone che stai guidando. Idealmente userai il tuo radar per ricevere le informazioni di cui hai bisogno per prendere la giusta decisione nel momento giusto.
Per attivare e mantenere attivo questo tipo di radar ti suggerisco di mantenere continuamente la seguente domanda come un mantra nella tua mente, mentre stai facilitando:

“Cosa posso fare per servire questo cerchio in questo momento?”

 

 
🟩 La maggior parte delle informazioni di cui hai bisogno per facilitare con successo il tuo cerchio è presente nella musica e nel ritmo creati dai partecipanti. Con un mantra di servizio nella tua testa e nel tuo cuore, puoi rimanere aperto a tutto il potenziale musicale presente nel gruppo. Questo ti offrirà molte possibilità di facilitazione, in ogni cangiante momento musicale.

Usare un mantra di servizio può esserti d’aiuto in tanti modi, mentre faciliti.

 

 
🟧 Molte volte mentre sono fuori dal cerchio ed aspetto che si sviluppi un punto di transizione, ho una brillante idea di facilitazione. Ho scoperto che più è brillante la mia idea, più sto ascoltando la mia idea invece che i partecipanti. Più sono distratto dalla mia idea, più grande è il casino che faccio con la musica del gruppo quando entro nel cerchio per facilitare quell’idea.
Se invece nella mia testa e nel mio cuore c’è un mantra di servizio proprio mentre porto questa idea nel cerchio, allora è più facile che io inserisca la mia idea in una prospettiva appropriata in relazione ai miei intenti di facilitazione. Quando dunque ascolto la musica che arriva dai suonatori nel cerchio, sono ispirato a facilitare una sequenza che abbia che fare con quel momento.

Qualche volta quando raggiungo il centro del cerchio mi accorgo che la mia brillante idea non è poi la cosa giusta da fare in quel momento. Ascoltando il mantra più che la mia idea, posso evitare di creare per me stesso un’esperienza di apprendimento del facilitatore, che però interrompa il flusso ritmico del gruppo invece che migliorarlo.

 

🟩 Il mantra “Cosa posso fare per servire questo cerchio in questo momento” è specialmente utile quando ti trovi fuori dal cerchio.
Ascoltare l’”uno” del gruppo dall’esterno del tuo cerchio è pericoloso. Qualche volta il vero uno non è un numero, ma é in realtà l’inizio di un ciclo ritmico o musicale. Quindi vuoi ascoltare dov’è l’uno a partire dal centro del cerchio. Quando infatti sei fuori dal Drum Circle, non importa dove tu sia in piedi, udrai i suonatori vicini vicino a te molto di più che le altre sezioni della tua drum-circle-orchestra. Ciò che tu odi è una versione distorta della canzone di percussioni che sta venendo creata. Potresti sentire l’inizio del ciclo di una particolare sezione musicale, ma non nel contesto dell’intero gruppo.
Per ascoltare il vero “uno” del drum circle hai bisogno di ascoltare il gruppo dal centro del cerchio. Più grande il cerchio, più lontano ti trovi dal punto di orchestrazione e quindi la tua sensibilità di dove sia l’uno del gruppo risulterà più distorta.
Ecco perché negli eventi di drum circle più grandi prenoto una sedia nel cerchio centrale, come mio luogo dove stare quando “mi tolgo dai piedi”.
Molti facilitatori, incluso me, qualche volta sentono da fuori dal cerchio quello che pensano essere l’uno.

Poi, senza ascoltare il gruppo, portano quell’uno percepito dentro il punto di orchestrazione e fanno ad esempio un segnale di stop sul secondo, terzo o quarto movimento reale dei partecipanti. Questo crea uno stop ritmico molto caotico, perché molti dei partecipanti sono ancora a metà del suonare un ciclo ritmico.

 

❤️ Questa situazione, mentre entri nel centro del cerchio a facilitare, può essere evitata facilmente ricordando il mantra di servizio.
Questa prospettiva ti mette nell’adesso del momento musicale, cancella qualsiasi conteggio tu stessi udendo fuori dal cerchio, e ti permette di udire e sentire la linea melodica ed il ciclo ritmico di tutto il gruppo.
Il mantra di servizio, quando usato costantemente nella tua facilitazione, crea una completa gestalt che si manifesta nella tua psicologia e nella tua fisiologia. Ti aiuta a mettere la tua missione in azione.

“Cosa posso fare per servire questo cerchio?” diventa un’attitudine che emana da dentro il tuo centro e si irradia in ogni azione tu compia.

 

🔥 Drum Circle Facilitator Trainings 2021 in Italia:
 
19_21 Marzo, Brescia, Basic 3-Day Training
11_16 Luglio, Palaia (Pi), con Arthur Hull, Intensive 6-Day Training
17_19 Settembre, Grottaminarda (Av), Basic 3-Day Training
 

Please follow and like us:
Facebook
Twitter
LINKEDIN